rotate-mobile
Incidente stradale / Manzano / Via Stazione

Pirata della strada si costituisce dopo l'appello della vittima sui social

L'episodio a Manzano in via della Stazione nella serata di lunedì 16 gennaio

Prima va a sbattere contro un'auto parcheggiata e poi fugge a gran velocità. È accaduto verso le 21 e 50 di lunedì sera a Manzano in via della Stazione. Ma dopo un appello sui social della proprietario dell'auto colpita, il colpevole si è presentato in caserma dai carabinieri.

I fatti

Erano quansi le 22 di lunedì sera quando una macchina di colore rosso ha percorso a gran velocità via della Stazione a Manzano. qui, per ragioni ancora sconosciute, ha sbandato e ha colpito violentemente una Fiat Punto parcheggiata a lato della carreggiata. Dopo l'incidente, senza curarsi di quanto accaduto, l'automobilista alla guida della vettura rossa si è dileguato in direzione del sottopasso. Numerosi danni alla carrozzeria per l'automobile colpita.

incidente manzano_2-3

L'appello sui social

Il proprietario, dopo aver denunciato i fatti ai carabinieri, tenta anche un'altra strada per scoprire il colpevole e scrive su Facebook un appello per trovare testimoni.

incidente manzano_3

Questo il testo del messaggio apparso sulla pagina Sei di Manzano se:

“Se per caso qualcuno avesse visto una 500 rossa con la carrozzeria davanti a pezzi, per favore me lo faccia sapere o lo comunichi direttamente ai carabinieri”.

Per questo appello, per un moto di coscienza o per paura di essere scoperto, non è dato sapere, ma il colpevole si è presentato, di sua spontanea volontà, nella giornata di ieri, al comando dei carabinieri per confessare l'accaduto. Ora subirà le conseguenze del suo gesto secondo quanto stabilito dalla legge.Soddisfatto il porprietario dell'auto che afferma: "Sono anni che i residenti chiedono provvedimenti per la gente che corre come pazza. C'è una strettoia, siamo in centro e passano tantissimi pedoni. Poteva essere una strage".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirata della strada si costituisce dopo l'appello della vittima sui social

UdineToday è in caricamento