rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Incidenti stradali Forni di Sopra

Cade in bici sul Varmost a quota 1600 metri, gravemente ferito

Un ciclista classe 1968 di Premariacco è stato soccorso dai volontari del Cnsas e trasportato in elicottero a Udine

Il classe 1968 A. D. A., di Premariacco, versa in gravi condizioni dopo una brutta caduta avvenuta durante la discesa lungo la strada che collega la Malga Varmost al Rifugio Sompicol. La squadra del Cnsas di Forni di Sopra è intervenuta nel pomeriggio di lunedì per recuperarlo a quota 1600 metri sul Monte Varmost.

L'intervento

L'allarme è stato dato dal gestore del rifugio, che ha trovato il ciclista mentre risaliva la pista forestale con il suo automezzo, direttamente ai tecnici del Cnsas. Questi, giunti sul posto con il fuoristrada, hanno constatato la gravità della situazione ed hanno subito richiesto l'intervento dell'elicottero della centrale operativa di Udine attraverso il Nue 112. 

Lo stato di salute

L'elicottero ha sbarcato in hovering il tecnico dell'elisoccorso e il medico, che lo hanno stabilizzato e imbarellato per poi verricellarlo sul velivolo e condurlo all'Ospedale di Udine. L'uomo non è in pericolo di vita, ma in gravi condizioni, a causa di un trauma cranico commotivo, varie fratture agli arti - di cui una importante con lussazione - e politraumi in tutto il corpo. Al momento della caduta l'uomo era da solo e, dalle valutazioni fatte sul posto, deve aver perso il controllo della bici in corrispondenza di una canaletta di scolo dell'acqua, ruzzolando per una decina di metri verso valle. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade in bici sul Varmost a quota 1600 metri, gravemente ferito

UdineToday è in caricamento