Operazione di recupero difficile dopo l'incidente: l'autostrada resta chiusa

Dopo il ribaltamento del camion, l'autostrada A4 risulta ancora chiusa con uscita obbligatoria a Portogruaro

Dopo l'incidente che ha visto coinvolto un mezzo pesante questa mattina, attualmente è chiuso sulla A4 il tratto da Portogruaro a San Donà. Le operazioni per rimuovere il mezzo pesante ribaltato a Cessalto e sostituire i new jersey danneggiati, sono infatti molto complesse.

Per limitare le code pochi minuti prima delle 14.00 Autovie Venete ha predisposto la chiusura dell'ingresso a Portogruaro per chi proviene dalla A28 ed è diretto a Venezia. È stata inoltre istituita l’uscita obbligatoria a Portogruaro per i veicoli che percorrono la A4 e sono diretti a Venezia. In questo caso i mezzi vengono deviati verso la A28 (direzione Conegliano) dove è stato attivato il bypass con la A27. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le operazioni di recupero

Per sollevare il mezzo pesante è stato necessario l’utilizzo di due gru in dotazione ai mezzi di soccorso. L’autoarticolato ribaltandosi ha anche urtato sei new jersey che separano le due corsie di marcia. Autovie sta provvedendo alla sostituzione delle barriere e ad ancorarle a terra. Successivamente verrà ripulita la sede stradale ostruita dalle bobine di plastica perse dal mezzo pesante in seguito all’incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento