menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Basta incidenti": più dissuasori e semafori in via Bariglaria

Si è svolta sotto la pioggia la manifestazione di "Identità Civica" e "Per Udine". Gli organizzatori chiedono al Comune più sicurezza in una delle vie più incidentate della città

“Basta incidenti”, con questo motto si è aperta la manifestazione civica sotto la pioggia organizzata, con un buon successo, questo pomeriggio dal Coordinamento delle liste civiche “Identità Civica” e “Per Udine”, alla presenza, fra gli altri, di Adriano Ioan, Paolo Pizzocaro, Piergiorgio Bertoli, la coordinatrice Cristiana Nicoletti e altri appartenenti al Coordinamento: al punto di ritrovo di via Bariglaria 65 gli organizzatori e i partecipanti hanno srotolato gli striscioni sui quali erano scritti gli appelli per ottenere una velocità ridotta lungo la via che viene utilizzata dagli automobilisti come una pista di rally, in spregio alle norme e al senso civico. La referente territoriale del Coordinamento, Anna Chiarandini, inizia così il suo intervento: “Qui si registra un incidente ogni 20 giorni, la media è drammatica, il traffico è in aumento esponenziale”.

Gli organizzatori del sit-in di protesta chiedono al Comune di Udine, che accusano di immobilismo, interventi urgenti quali, ad esempio, dissuasori oppure semafori o isole pedonali. “Non chiediamo mica marciapiedi – aggiunge la Chiarandini – sappiamo bene che il Patto di stabilità non lo consente…, chiediamo solo interventi economicamente non impegnativi che possono salvare la vita ed evitare sinistri; inoltre da secoli si parla di una rotonda che deve essere realizzata fra via Bariglaria e via Cjarande, chi l’ha vista?…”. L’amministrazione comunale deve rispondere alle richieste, fra l’altro “domandiamo che il traffico pesante venga deviato sulla strada parallela che porta a Salt”. La Chiarandini fa notare che sono state pure  rimesse a nuovo come via Genova, via Monte Cimone, via Carpi, com’è possibile che “non si riescano a installare dei semplicissimi dissuasori lungo via Bariglaria?”. I  referenti territoriali annunciano un’assemblea pubblica se il Comune non risponderà alle legittime istanze di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento