Finisce con l'auto sui binari del treno, scontro evitato per poco

L'incidente in via Don Bosco. La prontezza del macchinista del convoglio ha scongiurato il peggio

Immagine d'archivio

Finisce con la sua Fiat Punto sui binari della ferrovia e per poco si evita uno scontro con il treno. L'episodio si è verificato stamattina, verso le 7 e 30, in via Don Bosco.  La conducente - una 26enne di nazionalità italiana -, proveniente dalla periferia e diretta verso il centro, ha perso il controllo del veicolo andando a sbattere violentemente contro il muro perimetrale di un'abitazione, finendo la sua corsa sui binari della linea ferroviaria. Successivamente la donna, con l'aiuto di un altro automobilista, ha tentato di spostare il mezzo incidentato, senza riuscire nell'impresa. Nel frattempo le sbarre del passaggio a livello si sono abbassate per l'arrivo di un convoglio e solo grazie alla prontezza del macchinista il treno è stato fermato prima dell'impatto. Sul posto personale della Polizia ferroviaria ha permesso lo spostamento della vettura in una posizione di sicurezza. E' intervenuta una pattuglia del Pronto Intervento della Polizia Locale per i rilievi di rito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via tutti gli ombrelloni dalla spiaggia libera a Lignano

  • Morto sul lavoro un 24enne schiacciato da una pressa

  • Si sveglia per un malore, si accascia e muore, la vittima è un 55enne

  • Risse, gente nuda per strada, alcol e provocazioni: il pomeriggio in viale Leopardi

  • Incidente mortale al prosciuttificio, ecco chi è la vittima

  • Medico abusivo scoperto dai carabinieri, faceva diagnosi e prescriveva accertamenti

Torna su
UdineToday è in caricamento