Centauro in fin di vita dopo un frontale a Ronchis

Il 42enne di Sedegliano, che verserebbe in condizioni critiche, si sarebbe scontrato frontalmente con un'auto che sopraggiungeva nella direzione opposta

Immagine d'archivio

Gravissimo incidente questa notte per un centauro di Sedegliano che stava percorrendo la strada provinciale 7 bis a Fraforeano di Ronchis.

Il motociclista di Sedegliano, E. M. classe 1975 in sella ad una Ducati Monster  stava procedendo in direzione del casello di Latisana, si è scontrato frontalmente contro un’auto che sopraggiungeva in direzione opposta, con a bordo due persone, rimaste praticamente illese, seppur sotto choc.

Ancora al vaglio dei carabinieri della stazione di Latisana l’esatta dinamica dell’incidente, verificatosi all’altezza di una curva. A seguito del violentissimo impatto, il centauro è stato sbalzato sull’asfalto a diversi metri di distanza dal luogo dell’impatto.

A prestare i primi soccorsi al 42enne, un passante con conoscenze mediche che ha praticato sul posto le procedure rianiamatorie allertando i sanitari del 118. L'uomo è stato poi trasportato d'urgenza a Udine in stato di incoscienza. I primi accertamenti hanno poi evidenziato oltre a diverse fratture anche un gravissimo trauma cranico.

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

Torna su
UdineToday è in caricamento