"L'intera zona del campo nomadi va smantellata e modificata"

Non si fanno attendere le prime reazioni politiche all'incendio nella zona del campo nomadi. Secondo il Pdl il Comune è stato inerme in questi quattro anni, peccando d'ignavia sul tema

Vincenzo Tanzi in un'immagine d'archivio

Le dichiarazioni di Vincenzo Tanzi in merito all'incendio di via Monte Sei Busi.

«L'incendio di pneumatici e lastre con la probabile presenza di fibre di amianto adiacente al campo Rom è l'ennesima dimostrazione che tutta la zona deve essere smantellata e bonificata. Sono convinto che la messa in sicurezza, lo sgombero e la bonifica, del campo rom di via Monte Sei Busi sia divenuta non più procrastinabile, un atto dovuto, indispensabile e inevitabile per evitare che fatti del genere si ripetano in continuo».

 «Una volta per tutte va trovata una soluzione duratura, e non importa chi fa il primo passo e ora di finirla con il continuo scarica barile. Le promesse in campagna elettorale di Honsell erano ben diverse. A oltre 4 anni di distanza e a quasi fine mandato, ci troviamo nuovamente a discutere su fatti che dovevano essere già risolti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Occorre un cambio di marcia che vada oltre il superamento della concentrazione di massa dei rom, un inserimento guidato ad altri modi e stili di vita, senza però usare corsie preferenziali, conclude Tanzi, perché altrimenti c'è il rischio di pregiudicare l’equilibrio e l’equità in termini di politiche sociali».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

Torna su
UdineToday è in caricamento