Dopo 70 anni inaugura l'ex Asilo di Blessano, centro polifunzionale per eventi e concerti

Comprato e ristrutturato dalla ProBlessano, l'edificio potrà ospitare 150 persone sedutee sarà a disposizione dell'intera comunità

L'esterno dell'ex Asilo di blessano di Basiliano

Dopo oltre 70 anni, l’ex asilo di Blessano di Basiliano sarà agibile e a disposizione dell’intera comunità. Si inaugura infatti domani la struttura che, dopo i lavori di recupero e l’installazione dei corpi illuminanti è completamente agibile e pronta ad ospitare eventi e attività di vario tipo.

L'inaugurazione

Tutti sono invitati a partecipare a questo importante momento collettivo della comunità non solo blessanese e di Basiliano, ma anche del resto del Friuli visto che questo comune si è sempre distinto per un'ampia offerta culturale e di intrattenimento che coninvolge un pubblico molto vasto, basti pensare alle migliaia di persone che da sei anni partecipano al festival Blessound che si tiene da sei anni a fine agosto. L'appuntamento è per domani, domenica 3 marzo, alle 11 in via Pantianicco a Blessano, nell'area festeggiamenti dove sorge l'edificio.

La storia dell'edificio

Quello ristrutturato è l'edificio che la ProBlessano ha deciso nel 2009 di acquisire e poi i restaurare al fine di renderlo disponibile per tutte le attività della comunità. L’ultimo tassello, che ha reso completa l’opera insieme agli arredi interni, è stata l’installazione dei corpi illuminanti avvenuta grazie al sostegno della Fondazione Friuli, che si è messa a disposizione con un contributo pari all’80% della spesa per acquistare e montare gli stessi. La storia dell’edificio comincia nel 1947, quando venne acquistato un terreno edificabile proprio allo scopo di farne un asilo, con un impegno da parte di tutti capifamiglia a contribuire sia in manodopera che con quote in denaro. L’opera, mai completata per lo scopo originario, è stata però sempre messa al servizio della comunità di Blessano e delle frazioni limitrofe e dei comuni contermini.

La ristrutturazione

Benché l’edificio fosse strutturalmente completo, per ottenere una piena agibilità è stato necessario presentare un progetto di recupero funzionale e strutturale al fine di rendere il fabbricato conforme alle normative. La spesa totale prevista è di 550mila euro, coperti grazie all’intervento della Regione Fvg, della stessa Proloco e di altri soggetti, come la Fondazione Friuli. Una spesa che restituirà un’ampia sala polifunzionale che potrà ospitare fino a 140 persone a sedere, dove potranno svolgersi rappresentazioni teatrali, cinematografiche e musicali, alcuni spazi di aggregazione per incontri, gruppi di lavoro, corsi di formazione e mostre, un sottopalco e una cucina già inaugurata nel 2014. Tra gli ultimi lavori effettuati, oltre all’installazione dei corpi illuminanti, anche il recupero del dipinto che decora una delle pareti interne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trans nuda in mezzo alla strada, un carabiniere chiede 1 milione di risarcimento danni

  • Dà fuoco al marito cospargendolo di benzina, è madre di due ragazzi udinesi

  • Delitto Orlando, Mazzega si è suicidato

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

Torna su
UdineToday è in caricamento