Cronaca

52^ edizione di Agriest: meccanizzazione, innovazione e sicurezza

Fino a domenica 29 gennaio, a Udine Fiere, con 250 espositori e una fitta agenda di convegni e incontri per illustrare le opportunità del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 e l’attività dell’ERSA. Web Marketing agroalimentare: un canale di vendita che in Italia segna percentuali ancora basse. Shaurli: "Ricerca valorizza le peculiarità Fvg"  

Ha preso il via stamane a Udine Fiere la 52^ edizione di AGRIEST che fino a domenica 29 gennaio sarà il punto di riferimento per gli operatori agricoli del Nord Est e dei paesi esteri contermini.
Nel quartiere fieristico udinese, completamente saturato dall’esposizione, sono presenti 250 espositori per presentare e i risultati dell’innovazione applicata alle macchine e alle strumentazioni

per lavorare in sicurezza, nel rispetto dell’ambiente.  La ricerca, la sperimentazione, l’innovazione di prodotto e di processo sono fondamentali per lo sviluppo dell’agricoltura in grado di salvaguardare l’uomo e l’ambiente, ma accanto a questi presupposti deve crescere anche l’innovazione culturale. Due percorsi strategici e complementari sui quali la Regione F.V.G., attraverso la Direzione centrale risorse agricole, forestali ed ittiche, ha organizzato in Fiera due convegni centrali oltre ad una serie di incontri informativi sui bandi e sulle opportunità legate al Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.
Il primo di questi convegni è stato al centro della giornata inaugurale di AGRIEST per discutere su “Tecnologia e innovazione al servizio della sostenibilità, dell'ambiente e della biodiversità” con gli interventi di apertura da parte del Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa De Marco, dell’Assessore regionale alle risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli e di Giorgio Minute, Direttore della Federazione BCC del Fvg, main sponsor della rassegna, Moderati dal giornalista e Direttore de Il Friuli, Rossano Cattivello, si sono susseguiti gli interventi di Paolo Ceccon, Direttore dipartimento Scienze agroalimentari, ambientali e animali dell’Università di Udine, di Raffaele Testolin, Direttore dell'azienda agricola Servadei e Romeo Cuzzit della Direzione centrale risorse agricole, forestali ed ittiche. Le esperienze di successo legate alla tematica del convegno e portate ad esempio sono state illustrate dagli imprenditori delle aziende Jermann, Della Torre Valsassina e Giacomelli Carlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

52^ edizione di Agriest: meccanizzazione, innovazione e sicurezza

UdineToday è in caricamento