Lignano ritrova l'eterna magia del suo "Faro Rosso"

Dopo i danneggiamenti dello scorso mese di novembre ha riaperto il pontile. Uno dei simboli più popolari della cittadina è di nuovo visitabile

Il faro rosso

Il Faro Rosso, con il suo pontile, è stato restituito alla comunità e ai turisti in tempo record, dopo essere stata fortemente danneggiato dalle mareggiate
dello scorso autunno, consentendo nuovamente di ammirare lo splendido paesaggio e la suggestione dell'ambiente lagunare e del suo sbocco verso il mare. L'intervento, concluso in soli 60 giorni, è così divenuto anche un simbolo della ripartenza, della volontà della località balneare e dei suoi amministratori e operatori di ricominciare.

Le protezioni

I lavori sono consistiti nella ricostruzione, sempre in legno, dell'intero tratto di 180 metri di pontile (120 dei quali in acqua e circa 60 sulla spiaggia) e nell'occasione è stato installato anche un nuovo impianto di illuminazione.  L'intervento della Regione non è però ancora concluso ed è stato
solo temporaneamente sospeso per la concomitanza con la stagione turistico-balneare. In autunno, saranno infatti realizzati altri lavori di consolidamento che contemplano anche opere di protezione del pontile dalle mareggiate. Inoltre è stato annunciato che a conclusione della stagione balneare saranno avviati e realizzati rilevanti lavori per la creazione delle difese dell'arenile dall'erosione delle acque e dalle mareggiate, in particolare a Lignano Sabbiadoro e a Pineta. Sarà inoltre completato il dragaggio del canale di accesso alla laguna dal mare, sul quale si affaccia il pontile riaperto.

faro.rosso-6

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra

La riapertura del pontile, alla presenza dell'assessore regionale Sergio Bini e del sindaco Luca Fanotto, è coincisa con l'inaugurazione di una
mostra fotografica allestita 'en plein air' sui parapetti del pontile, fatta di immagini di fotografi dilettanti che ritraggono il Faro Rosso, il pontile e il faro rosso e bianco che si trova ormai sulla spiaggia, ma accanto al quale, qualche decina d'anni fa, scorreva il canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Tre nuovi decessi da Covid19 in FVG: si tratta di due 78enni e un 59enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento