Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Malborghetto Valbruna

In salvo la famiglia bloccata sul ciglio dello strapiombo

I genitori e i due figli adolescenti avevano perso il sentiero mentre rientravano dal bivacco Stuparich

 +++ aggiornamento +++

Tutti in salvo e in buone condizioni di salute, dopo il grande spavento, i componenti della famiglia di Noale (VE) che ieri pomeriggio erano rimasti bloccati in una zona impervia  a 1300 metri di quota mentre scendevano dal bivacco Stuparich per raggiungere Malga Saisera. Un intervento che ha visto impegnati dieci soccorritori, di cui otto del soccorso alpino della stazione di Cave del Predil e due della guardia di finanza. i soccorritori hanno raggiunto i malcapitati con l'elicottero della protezione civile. Purtroppo arrivare sul posto a piedi avrebbe richiesto quasi due ore di cammino. Gli escursionisti però erano in grave difficoltà e in  pericolo visto che si trovavano proprio sul ciglio di uno strapiombo. 

Per trarli in salvo, i soccorritori hanno tagliato alcune piante a poca distanza da dove si trovavano così da preparare uno spiazzo per l'elicottero. Impossibile prelevarli con l'elicottero in volo a punto fisso anche perché erano particolarmente spaventati, soprattutto uno dei figli minorenni. L'intervento si è concluso poco dopo le 18.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In salvo la famiglia bloccata sul ciglio dello strapiombo

UdineToday è in caricamento