Degrado e immondizie a "Premariacco Beach", la protesta

Lo stato di incuria della zona in una denuncia di un lettore

La stessa zona in tre distinte fasce orarie, con le immondizie in aumento

Un appello per la tutela del Natisone nella zona di Premariacco, con l'invito a trovare al più presto una soluzione. È l'appello che arriva da Giovanni Paoloni di Orsaria di Premariacco, che pubblichiamo integralmente.

Malgrado il divieto di balneazione sia in vigore dagli anni 80, la famosa "Premariacco beach"  - la spiaggia sotto il Ponte romano - è anche in questi giorni meta di bagnanti che cercano sollievo dalla calura estiva, o solo per una  tranquilla tintarella sul greto del Natisone. La nota dolente oltre al divieto di balneazione che vieta un tuffo "sicuro", è il comportamento scorretto da parte di alcuni fruitori della suddetta spiaggia, che oltre all'accensione di fuochi non consentita , abbandonano sul greto e sulla strada che porta al fiume ogni genere di immondizia bottiglie di vetro, plastica, lattine cartacce, sacchetti di nylon e altri rifiuti. Vista l'inciviltà di queste persone sarebbe opportuno che la Polizia locale dellUti elevasse qualche contravvenzione per tali comportamenti per preservare dai "nuovi vandali" ciò che rimane del nostro amato Natisone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento