Spaccata con la spranga al distributore di benzina

Un soggetto ignoto ha forzato le serrande della stazione Eni di Nimis depredandola di contanti e beni. Le immagini del sistema di videosorveglianza potrebbero inchiodare il colpevole

Dopo il colpo avvenuto a Latisana, e quello simile compiuto a Tavagnacco, un terzo furto con effrazione si è verificato ieri notte a Nimis ai danni della stazione di rifornimento Eni posizionata in via Roma. Poco dopo la mezzanotte di ieri (h. 00.19), un ignoto si è introdotto nell'ufficio del benzinaio impugnando una spranga, arnese usato evidentemente per scassinare e forzare le serrande esterne.

Nonostante l'attivazione dell'allarme, a nulla è servito il tempestivo arrivo di una guardia giurata e quello dei carabinieri. L'uomo è fuggito riuscendo a sottrarre il fondo cassa e altri oggetti, come si nota dalle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza. L'ammontare del colpo è ora in corso di quantificazione. 

Aggiornamento: il video che risultava a corredo dell'articolo è stato eliminato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento