I dati della salute a Codroipo: piú movimento per vivere meglio

Una novantina di nuovi casi di tumore all’anno a Codroipo, alcuni dei quali sarebbero evitabili con una mezz’ora di attività fisica al giorno: un invito al movimento salutare quello lanciato dal dottor Ciro Antonio Francescutto nel partecipato incontro (oltre 130 persone presenti) tenutosi il 15 marzo nella Biblioteca Civica e organizzato da Credima Società di Mutuo Soccorso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Una novantina di nuovi casi di tumore all'anno a Codroipo, alcuni dei quali sarebbero evitabili con una mezz'ora di attività fisica al giorno: un invito al movimento salutare quello lanciato dal dottor Ciro Antonio Francescutto nel partecipato incontro (oltre 130 persone presenti) tenutosi il 15 marzo nella Biblioteca Civica e organizzato da Credima Società di Mutuo Soccorso di Friulovest Banca e dall'ANDI Gruppo di Codroipo, con il patrocinio del Comune e il sostegno di dodici associazioni locali. Dal medico, diabetologo specialista in Medicina dello Sport che in provincia di Pordenone attraverso il progetto Curati con stile ha già organizzato dei gruppi di cammino e corsa serali aperti a tutti, è arrivata anche la proposta di avviare un progetto analogo nel capoluogo del Medio Friuli.

"La risposta della comunità codroipese alla nostra iniziativa - ha commentato Vinicio Milan presidente di Credima - ci convince ulteriormente nel nostro impegno per la conoscenza di buone pratiche per la salute attraverso incontri itineranti sul territorio. La nostra mutua proprio quest'anno taglia il traguardo dei 10 anni di attività e in provincia di Udine contiamo 250 soci, la maggior parte dei quali proprio a Codroipo e dintorni, i quali godono di convenzioni e rimborsi medici i quali attraggono sempre più associati".

Presente alla serata anche la presidente nazionale dell'Andi (Associazione nazionale dimagrire insieme) Flavia Munari, che insieme alla referente locale Ivana Campaner, ha ricordato l'importanza dei gruppi di mutuo aiuto del sodalizio nel perdere e mantenere il peso da parte degli associati. Per il Comune di Codroipo l'assessore Flavio Bertolini (presente pure il vicesindaco Ezio Bozzini) ha lodato l'iniziativa di Credima e delle associazioni locali, garantendo l'impegno dell'amministrazione comunale per la salute dei cittadini.

"Lo stile di vita - ha dichiarato Ciro Antonio Francescutto - è un determinante fondamentale nella salute delle persone: attraverso la modifica dell'alimentazione e del movimento possiamo ottenere dei risultati incredibili sia sul fronte della prevenzione che della cura delle malattie. Ognuno può trovare la sua forma ideale per una vita più attiva: dalla camminata alla corsa qualsiasi tipo di movimento fatto con costanza nel tempo è utile per la salute". Il medico ha citato dati relativi alla realtà locale, sostenendo che il movimento è la prima vera "medicina": una città come Codroipo di 15 mila 700 abitanti conta 90 nuovi casi di tumore all'anno di cui 23 di tumore alla mammella e 22 legati al fumo. Per esempio svolgendo almeno 30 minuti di attività fisica al giorno si possono evitare 4 nuovi casi di tumore alla mammella all'anno, determinando un costo zero per il Servizio sanitario nazionale. Le stesse cure mediche, secondo uno studio statunitense citato durante la serata, influiscono il 10% sulla salute delle persone, 20% dipende da fattori genetici e un altro 20% dall'ambiente (Codroipo è in tal senso fortunatamente ai margini di una delle aree più inquinate d'Italia, la Pianura padana). Il 50% è invece determinato dagli stili di vita. Come detto, Francescutto ha promosso dei gruppi di cammino e corsa serali in provincia di Pordenone che stanno riscuotendo successo (a San Giovanni di Casarsa per esempio oltre 300 persone vi partecipano a settimana). "Codroipo è una città molto attiva - ha concluso il medico - e ben si presterebbe su questo fronte, grazie allo stato dei marciapiedi e delle piste ciclabili: partire anche qui con i gruppi sarebbe un'opportunità fondamentale. I nostri geni, che negli ultimi 10 mila anni non sono mutati, sono "programmati" per una vita attiva: negli ultimi 50 anni lo stile di vita si è fatto sempre più sedentario, è ora di tornare a fare movimento per riattivare i nostri geni".

Come detto l'evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Codroipo e il sostegno di molte associazioni della zona, presenti con i loro presidenti: ANDOS Codroipo, ANA Codroipo, Associazione Friulana Famiglie Diabetici, Associazione Famiglie Diabetici prov. PN, AIFA Codroipo, AFDS Codroipo, Auser Medio Friuli, ACAT del Codroipese, Polisportiva Codroipo, Ryugin Ju Jitsu Codroipo, Overbugline Rugby e Atletica 2000.

Torna su
UdineToday è in caricamento