Ancora esuberi alla Hypo, i sindacati: «Impossibile ricollocare tutti in regione»

L'avvio della procedura apre una fase di trattative aziendali di 45 giorni

Hypo Alpe Adria Bank ha formalizzato l'avvio di una nuova procedura di licenziamento collettivo. In questa fase l'esubero riguarda 37 persone, al 30 giugno.

«Il Friuli Venezia Giulia non è in grado di riassorbire un così elevato numero di bancari. Abbiamo chiesto all'azienda di attivare dei contratti di solidarietà coperti con i fondi di settore per avviare un percorso di riconversione in base alle esigenze del tessuto imprenditoriale regionale», fa sapere Pietro Santoro della Fisascat Cisl che domani, insieme ai colleghi di Fabi e Fisac Cgil, incontrerà in assemblea i lavoratori per spiegare la situazione.

L'avvio della procedura apre una fase di trattative aziendali di 45 giorni. In caso di mancato accordo si passerà poi a un tavolo di trattativa regionale. L'istituto di credito, che è destinato a chiudere i battenti nel giro di un paio d'anni, ha già effettuato circa 200 licenziamenti tra il 2016 e il 2017.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • A Udine Rc auto più basse del 7%: il record va a una donna che guida una Yaris

  • Addio al dottor Sacco, per anni un riferimento del reparto di oncologia

Torna su
UdineToday è in caricamento