Hypo Bank, domani l'incontro sui 110 licenziamenti al Ministero

La trattativa passa a Roma dopo il fallimento degli incontri iniziali. «l'azienda, in quella sede dovrà finalmente, per la prima volta, dichiarare a noi e alle istituzioni italiane le proprie intenzioni» fanno sapere i sindacati

Giornata cruciale quella di mercoledì 16 novembre a Roma, al Ministero del Lavoro, per i dipendenti del gruppo Hypo. Nell’occasione ci sarà la prima riunione nell'ambito della fase amministrativa della procedura di licenziamento collettivo di 110 lavoratori della banca italiana di proprietà del Ministero delle Finanze austriaco, che lo stato transalpino ha deciso di chiudere dopo vent'anni di attività nel nostro paese.

«Riteniamo che l'azienda, in quella sede - fanno sapere le rappresentanze sindacali - dovrà finalmente, per la prima volta, dichiarare a noi  e alle istituzioni italiane le proprie intenzioni - fin qui mai espresse - in merito alle misure sociali di accompagnamento ai lavoratori che perderanno l'occupazione». Nei prossimi giorni, a Udine e in Lombardia, sono previste due distinte assemblee per aggiornare i dipendenti sullo stato delle cose dopo l’incontro nella capitale. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Cocaina, anfetamina, cannabis e capienza massima del locale sforata

Torna su
UdineToday è in caricamento