menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allagamento all'anagrafe, Honsell ringrazia la donna che ha chiamato i soccorsi

Si tratta di una cittadina inglese residente in città: è stata lei a segnalare l'emergenza una volta vista l'acqua fuoriuscire dagli uffici di via Stringher

Poco più di due settimane fa l'ufficio anagrafe del Comune di Udine era costretto a chiudere per un allagamento a causa di un condizionatore non funzionante.

Oggi, il sindaco di Udine Furio Honsell, ha deciso di ringraziare pubblicamente la persona che aveva segnalato la fuoriuscita d’acqua dagli uffici di via Stringher allertando i soccorsi.

“Siamo profondamente lieti e riconoscenti del fatto che dei cittadini si facciano carico della cosa pubblica. Per questo motivo voglio ringraziarla a titolo personale e a nome di tutta la città per l’importante ruolo avuto nel salvare gli uffici comunali dell’anagrafe da gravi danni causati dall’allagamento”.

La cittadina è Deborah Davies, inglese ma residente a Udine dove lavora. Devies, alla quale è stato consegnato come segno di ringraziamento un libro sulla città di Udine, è stata ricevuta oltre che dal sindaco, anche dall’assessore al Decentramento e ai Servizi Demografici, Antonella Nonino, e dal vicepresidente del Consiglio comunale, Franco Della Rossa.

“Oggi – prosegue il sindaco sempre rivolgendosi a Davies – festeggiamo però non solo lei, ma anche il vicepresidente Della Rossa che si è speso tanto, non solo per fronteggiare l’emergenza, ma anche per rintracciarla in modo tale da poterla ringraziare pubblicamente”.

A causa della rottura di un tubo dell’impianto di condizionamento, lo ricordiamo, nella notte tra sabato 21 e domenica 22 giugno, gli uffici dell’anagrafe si erano allagati. Un allagamento che avrebbe avuto conseguenze ben peggiori se non si fosse intervenuto subito. “Quella mattina – spiega Deborah  – stavo passeggiando con i miei cani e mi sono accorta che tutta la parete dell’edificio dell’anagrafe trasudava acqua. Così – prosegue – ho allertato immediatamente un mio amico italiano che ha chiamato i vigili del fuoco”.

Grazie al pronto intervento, dunque, è stato possibile contenere i danni e riaprire gli uffici già il martedì. “Se lei non fosse intervenuta – interviene l’assessore Nonino – l’intero archivio dell’anagrafe sarebbe senz’altro stato danneggiato. Il suo pronto allarme, invece, ha evitato danni irreparabili”. Ringraziamenti alla donna anche da parte di Della Rossa che ha ringraziato anche “i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile, grazie ai quali si è riusciti a riaprire gli uffici nel minor tempo possibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento