menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Homepage Festival ai nastri di partenza: "Ripartiamo con l'entusiasmo di sempre"

Il direttore artistico Marco Deo Da Rin: "Impossibile non dare continuità a un percorso importante che fonde arte, creatività e soprattutto i giovani"

Partirà il 23 maggio da Tolmezzo con una versione rinnovata e soprattutto itinerante: Homepage Festival cambia rotta e si presenta al pubblico del Friuli Venezia Giulia in un viaggio che farà tappa in diverse zone della nostra regione perché, come sottolinea Marco Deo Da Rin, il direttore artistico del Festival, “continuiamo a lasciare un segno, da nord a sud, mantenendo lo spirito di Homepage: quello di aggregare i giovani e la loro creatività”.

Fino a qualche mese fa, la manifestazione sembrava fosse a rischio. Poi la scelta di ripartire e organizzare l’evento attraverso un tour. Quali sono state le maggiori difficoltà nel realizzarlo?

“L’ostacolo principale, inutile nasconderlo, è quello economico: è bene sottolineare che Homepage, da sempre, riesce a reperire fondi utili alla realizzazione dell’evento con contributi provenienti nel 70 per cento da privati. Quindi il sostegno pubblico è quasi irrisorio. Ecco, questo ruolo di connettore, per far sì che l’organizzazione risulti impeccabile e che tutto il progetto diventi realtà, rappresenta uno scoglio molto complicato”.

Gli stimoli per ripartire da dove sono arrivati?

“Dallo spirito giovanile e dalla qualità artistica della manifestazione, oltre che dai numeri, che sono sempre stati rilevanti: un insieme di valori che non potevano essere ‘buttati via’”.

Come vi siete mossi per questa edizione?

“Abbiamo continuato a fare networking, coinvolgendo non solo i giovani ma anche associazioni e ovviamente amministratori locali. Questi ultimi hanno dimostrato il proprio entusiasmo nel coinvolgere i giovani, attraverso un percorso che accomunerà territori diversi: non più un unico ambiente (Udine e il parco del Cormor), ma un insieme di location significative”.

A proposito di luoghi, si partirà dall’autostazione di Tolmezzo: come mai?

“È stato scelto un luogo critico, a volte preso d’assalto dai vandali e comunque poco considerato: ci sarà, una riqualificazione artistica della struttura. Proprio da qui inizierà il cambiamento, quello che simbolicamente avverrà in una giornata in cui il talento dei ragazzi verrà fuori, esprimendo arte e creatività”.

Come state comunicando questa nuova formula della manifestazione?

“Attraverso un coinvolgimento attivo da parte dei giovani, degli organizzatori e anche degli artisti che saranno presenti e che raggiungeranno i vari eventi con il mezzi pubblici. Grazie alla Saf, infatti, è nata Road To Green, una vera e propria campagna a favore dell’ambiente e che sarà l’occasione per promuovere anche i nostri contenuti”.

Insomma, cambiano gli spazi, ma non la vostra filosofia.

“Mai. L’aggregazione giovanile è la base di Homepage. Noi assumiamo un ruolo di facilitatori, di connettori tra diverse realtà, affinché una grande manifestazione – divenuta orizzontale dal punto di vista artistico e del suo calendario – restituisca visibilità sia al nostro territorio, sia alla sua creatività”.

Marco Deo Da Rin

darin-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento