menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parte il "guerrilla marketing", per regalarsi e promuovere la città

L'iniziativa, spiegata dall'assessore Venanzi, ha lo scopo di «rafforzare una coscienza comune durante queste feste»

«Parte oggi una campagna di "guerrilla marketing”, per rafforzare una coscienza comune durante queste feste. Udine è arte, cultura e shopping. Crediamoci tutti di più nella nostra città e soprattutto nelle sue potenzialità!». Così l’assessore alle attività produttive Alessandro Venanzi commenta sulla sua pagina Facebook le scritte a terra che si vedono in questi giorni per Udine. “Regalati la tua città” recitano, seguendo le logiche proprie di un metodo pubblicitario - quello appunto del “guerrilla marketing” - basato su una forma non convenzionale e a basso costo di promozione, ottenuta attraverso l'utilizzo creativo di mezzi e strumenti aggressivi che fanno leva sull'immaginario e sui meccanismi psicologici degli utenti finali.

IL PRECEDENTE. Non è la prima volta che a Udine si fa questo tipo di attività. Nel mese di aprile del 2015, complice l’associazione Nova Ludica di Palmanova, era stata inscenata la presenza di Johnny Depp all’hotel Astoria e in via Mercatovecchio per promuovere l’evento palmarino “La Fortezza del divertimento”. Tutto rigorosamente falso, ma a basso costo e di grande impatto mediatico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento