menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Guerra del latte", manifestazione nazionale in città

La zona del teatro nuovo è animata da stamane dagli iscritti a Coldiretti, che protestano per la tutela dei prodotti made in Italy

Di fronte ad una crisi senza precedenti, gli allevatori italiani si sono dati appuntamento alle 9 di stamattina, in via Trento 4 a Udine, di fronte al teatro nuovo Giovanni da Udine. «Il Fvg – spiega Dario Ermacora di Coldiretti Fvg – è la porta d’ingresso in Italia di centinaia di milioni di chili di latte stranieri, anche come trasformati e semilavorati industriali, che vengono spacciati con l’inganno come made in Italy». Da qui la protesta dell’associazione di categoria, che richiede una maggiore tutela per il prodotto locale, visti i consistenti costi per mantenere la filiera. 

UNA PROTESTA NAZIONALE. Con gli allevatori il presidente nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo con l’intera giunta nazionale, e i vertici regionali. Terminata la fase di “protesta”, alla 10.30 i vertici di Coldiretti si sono riuniti all’interno del Giovanni da Udine con 2.000 dirigenti e con la giunta regionale guidata dalla presidente Debora Serracchiani, dal vice presidente Sergio Bolzonello e dall’assessore regionale all’agricoltura Cristiano Shaurli. Tra gli argomenti non soltanto la crisi del latte, ma di tutte le filiere agroalimentari: dalla carne ai formaggi, dai seminativi all’ortofrutta, dall’olio di oliva, minacciato dalle importazioni dalla Tunisia, al vino. Nell’occasione presentato anche il dossier “Quote latte, un anno dopo” che fotografa la difficile situazione della “fattoria Italia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento