menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udine, si dichiarava nullatenente, ma aveva due auto di lusso

Operazione in città delle Fiamme Gialle che hanno sequestrato due vetture, tra cui una Bentley, a un uomo apparentemente nullatenente: i mezzi erano intestati a prestanomi, una era sua nonna

Non presentava dichiarazioni dei redditi, ma aveva due auto di lusso, tra cui una Bentley intestata a un prestanome. È stato però ‘pizzicato’ dalla Guardia di Finanza di Udine dopo una serie di indagini svolte su delega della Procura della Repubblica udinese: le Fiamme Gialle hanno rilevato che l’uomo era stato sottoposto in precedenza a controlli fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate che gli aveva contestato per tre annualità un’evasione sul reddito per un ammontare complessivo di oltre 180.000 euro (importo al quale bisogna sommare gli interessi e le sanzioni amministrative).

Inoltre, il soggetto che risultava apparentemente ‘nullatenente’ aveva l’esclusivo possesso di una autovettura Bentley Continental GT del valore di listino di circa 200.000 euro (con targa tedesca, peraltro radiata dal Registro Automobilistico di quel Paese e priva di copertura assicurativa) intestata ‘formalmente’ a un cittadino rumeno. Ma non solo: era sotto il suo controllo anche una Land Rover, modello Range Rover Sport, del valore di listino di circa 50.000 euro: anche questa vettura era intestata alla nonna, una signora di quasi 80 anni.
 
Infine, secondo i riscontri condotti, l’uomo aveva anche effettuato violazioni alla normativa sulla prevenzione del riciclaggio, effettuando trasferimenti di denaro in contanti per 15.000 euro, importo superiore alla soglia legale tesa a garantire la trasparenza e l’identificazione dei soggetti intervenuti nelle operazioni. 

La Procura della Repubblica di Udine ha richiesto e ottenuto dal Gip un provvedimento di sequestro preventivo “per equivalente” delle due autovetture nell’ipotesi di una loro successiva confisca. 
Il destinatario del provvedimento è altresì indagato per aver commesso, su beni nella sua diretta e esclusiva disponibilità, atti fraudolenti finalizzati a rendere inefficace la procedura di riscossione da parte dello Stato a seguito dell’evasione fiscale che gli è stata contestata.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento