Giulio Regeni e il mistero della scomparsa: le ricerche continuano

Ancora nessuna novità da Il Cairo, dove il 28enne studente friulano ha fatto perdere le sue tracce la sera del 25 gennaio

«Scomparso il 25 gennaio alle 8 di sera, stava andando dalla stazione di Behoos a quella di Midan Babellouk. Le autorità dichiarano che non è stato arrestato». A distanza di due alcuni giorni dalla notizia della scomparsa i dati sono ancora questi, almeno quelli ufficiali, per quello che riguarda le sorti di Giulio Regeni, il 28enne di Fiumicello sparito nel nulla nella capitale egiziana del Cairo

GIULIO REGENI: LA MOBILITAZIONE DEL WEB

Giulio avrebbe chiamato la madre prima di scomparire, comunicandole la sua preoccupazioneper la situazione molto calda nel paese in cui si trova per motivi di studio. Pare che Regeni - secondo quanto emerso da alcuni network - avesse detto alla madre di essere in procinto di rilasciare un’intervista a un giornalista di una tivù del posto, probabilmente sul suo lavoro di ricerca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento