In 2mila sotto la pioggia battente in memoria di Giulio Regeni

Fiaccolata partecipata e commossa a Fiumicello. Il sindaco: «La sua morte non sia vana, noi vogliamo capire»

Foto da Twitter

Sono state circa duemila le persone che hanno partecipato domenica sera a Fiumicello alla fiaccolata in memoria di Giulio Regeni. Il lungo corteo - sotto la  pioggia torrenziale - è partito dal Municipio ed ha raggiunto il centro polifunzionale, un  luogo frequentato anche da Giulio. 

IL SINDACO. «Un filo ci unisce e manifesta la nostra forza, la nostra volontà. Giulio - ha detto il sindaco di Fiumicello Ennio Scridel - era cittadino mitteleuropeo, pretendeva e difendeva equità. La sua morte non sia vana. Ma noi vogliamo capire». 

IL PARROCO. «Grazie Giulio - ha osservato il parroco don Luigi Fontanot - per questo dono della tua vita e grazie per il gravoso e doveroso impegno che ci lasci, noi cercheremo di assolverlo al meglio, ma sappi che continueremo a chiedere il tuo aiuto». «Come uomo di fede, che nei diversi incontri e colloqui che abbiamo avuto so che tu hai condiviso - ha proseguito rivolgendosi col pensiero a Giulio - devo dire grazie a Dio, Jhavé Padre, Allah o come vogliamo chiamarlo, grazie a Dio per averci dato Giulio».

SERRACCHIANI. «Ho voluto portare l'abbraccio della nostra comunità e delle istituzioni ai genitori di Giulio. Tutta la regione è raccolta in cordoglio accanto a loro». Lo ha dichiarato la presidente Debora Serracchiani, che si è recata ad accogliere all'aeroporto i genitori dI Regeni. «Ci sono poche o forse nessuna parola per aiutare e confortare chi ha subito una perdita così straziante: era però giusto testimoniare con un piccolo atto quanto siamo tutti sconvolti da questo barbaro assassinio. Giulio era una sicura speranza per il futuro, una gioia e un orgoglio per i suoi genitori. Ho voluto dire loro che in qualità di rappresentanti delle istituzioni, dei nostri cittadini, non ci rassegneremo a brancolare nel buio delle ipotesi o delle mezze verità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento