Rissa al centro d' accoglienza, ferito un giovane extracomunitario

Nella tarda serata di giovedì, una decina di giovani sono rimasti coinvolti in una zuffa che ha richiesto l'intervento dei carabinieri

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Cividale del Friuli, coadiuvati da personale delle Stazioni di Faedis e Pulfero, sono intervenuti giovedì sera all'interno di una struttura di accoglienza presente nella città ducale dove era scoppiata una rissa fra una decina di cittadini extracomunitari, tra i quali alcuni minorenni

Le indagini hanno permesso ai militari dell'Arma di identificare due stranieri, trovati in possesso di due coltelli da cucina, con i quali avrebbero ferito al volto e al collo un terzo extracomunitario che da, quanto appreso, risulterebbe essere di nazionalità afgana ed avere solo 16 anni. Il giovane è stato trasportato all'Ospedale di Udine per le lesioni riportate e successivamente dimesso. I due extra comunitari sono stati denunciati in stato di libertà per le ipotesi di reato di rissa e lesioni personali aggravate. Non sono ancora chiari i motivi per cui sia scoppiata la lite ma i video disponibili da servizi interni di sorveglianza sono al vaglio dei carabinieri della compagnia di Cividale del Friuli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento