Lasciano il posto fisso per aprire una palestra, la storia di una giovane coppia di sportivi friulani

Giacomo ed Elena, 26 e 25 anni, sono oggi "giovani imprenditori sportivi" che hanno scelto di abbandonare il posto fisso per realizzare il proprio sogno

Giacomo Cojaniz ed Elena Pidutti

Le storie migliori nascono sempre dal coraggio di assumersi un rischio.

Lo sanno bene Giacomo Cojaniz (in arte Jaky Coja) ed Elena Pidutti, di San Giorgio, che contro ogni aspettativa hanno abbandonato il posto fisso per intraprendere la strada dei giovani imprenditori.

La storia

Nonostante la giovane età, 26 anni lui e 25 lei, e due lavori stabili, la giovane coppia non si è fatta spaventare dalle difficoltà e ha scelto di investire tempo e denaro in un'attività propria basata sulla passione comune per una disciplina che sta prendendo sempre più piede anche nella nostra regione: il Calisthenics.

Giacomo, già finito agli onori della cronaca per aver salvato alcuni bagnanti in difficoltà al lago di Barcis e successivamente per essere stato ribatezzato il "Rocky Balboa" friulano, racconta di una disciplina tanto fisica quanto mentale e di come possa essere praticata ovunque e in qualunque momento come dimostra lui stesso nel video riportato nel nostro articolo precedente.

Così i due giovani, hanno affittato e messo a nuovo la vecchia sede della Coop di Porpetto, non con pochi sforzi, e in sei mesi l'hanno trasformata in una palestra pronta per accogliere sportivi e futuri sportivi.

84117658_180193633218202_9206980139550769152_n-2

Il sogno

"Il nostro sogno era quello di portare sul territorio questo sport che sfida le leggi della gravità, plasma forza e cervello con il solo uso del proprio corpo - racconta Giacomo - Così dopo aver valutato il progetto, Elena ed io, abbiamo deciso di provare, di lasciare tutto, cambiare rotta e inseguire il nostro sogno e a due settimane dall'inaugurazione, siamo molto felici del risultato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo una pratica fisica, ma una vera e propria disciplina "di vita" che talvolta, come spesso accade con lo sport, rappresenta uno stimolo anche verso sè stessi. Elena infatti come raccontato da Giacomo, grazie a questa disciplina è riuscita a riprendersi, dopo le dovute cure e trattamenti, da una brutta forma di anoressia. Oggi invece sta bene, come si vede dai video dove appare protagonista insieme a Giacomo, ed è pronta per questa nuova avventura ed a rappresentare una nuova categoria di donne, non solo sportive per estetica, ma per una vera e propria forma mentis improntata sul benessere e sulla salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È mancato Cristian De Marco, il fondatore del Piccolo Coro del Fvg

  • Coronavirus, i positivi salgono di più del doppio rispetto a ieri

  • Affetto da Coronavirus, si presenta in farmacia senza mascherina violando la quarantena

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia al primo posto in Italia nel rispetto delle limitazioni

Torna su
UdineToday è in caricamento