Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Due giovani friulani alla conquista di Danimarca e Svizzera

La storia di una coppia di amici che, dopo aver studiato in Italia, sono partiti per l'Europa in cerca di opportunità migliori

Come spesso ormai accade, molti giovani studiano, si laureano e si formano qui in Friuli o in Italia, per poi proseguire gli studi o trovare migliori opportunità di lavoro all'estero. Anche Enrico Pontello e Davide Ronco, entrambi friulani, hanno deciso di vivere la propria vita all'estero in cerca di un futuro diverso.

L'esperienza

Sia Davide che Enrico hanno studiato in Italia, ma attualmente lavorano in Europa: Davide a Copenaghen, mentre Enrico in Svizzera. Il primo ha studiato a Udine e a Venezia, per poi completare i propri studi in Danimarca, mentre Enrico, dopo il diploma di Geometra al Marinoni di Udine, si è iscritto al corso di Scienze dell'Architettura all'Università di Udine, per poi laurearsi, come Davide, all'università di Copenaghen. Hanno frequentato la stessa università, quindi, e portato lo stesso argomento per la tesi, ossia il cemento, visto però da due punti di vista diversi: uno artistico, e uno architettonico.

Il lavoro

Dopo gli studi, entrambi sono riusciti a trovare belle opportunità di lavoro o di collaborazione in Europa. Davide ha deciso di rimanere a Copenaghen, dove porta avanti la sua passione per il cemento ma anche per altri materiali a fini artistici. Già durante la magistrale in Danimarca, ha lavorato come Direttore Artistico per una start-up, con la quale ha creato alcuni progetti e vinto diversi concorsi. Poi, è arrivata anche la prima esperienza in residenza d'artista a Brescia, dove ha sviluppato un progetto con dei marmi del luogo. Ancora, negli ultimi tempi ha esposto le sue opere in diverse mostre e nel 2019 ha aperto il suo studio/laboratorio a Copenaghen. Enrico, invece, dopo la laurea ha deciso di trasferirsi a Zurigo, dove attualmente lavora, ma ha avuto anche altre esperienze in giro per il mondo, come quella a Singapore per una delle prime esperienze di lavoro. In queste sue prime esperienze, Enrico ha potuto lavorare a stretto contatto con architetti molto famosi e importanti in giro per l'Europa e per il mondo, come il rinomato studio danese Henning Larsen. Inoltre, recentemente ha anche pubblicato un articolo scientifico sulla ricerca legata alla sua tesi magistrale in cui spiega la metodologia usata per creare, intagliare e gettare degli elementi in calcestruzzo fibro-rinforzati utilizzando dei casseri sostenibili in ghiaccio. Oggi, invece, lavora nello studio dell'Architetto Calatrava a Zurigo, in Svizzera.

Nostalgia di casa?

Il loro successo in campo lavorativo è quindi partito dal lavoro di tesi, ma quando gli chiediamo se hanno nostalgia di casa, ci rispondono che "continuiamo a lavorare e a pensare global, ma il nostro cuore rimane sempre locale. E' sempre bello poter rientrare in Friuli e fare visita a Udine". Il loro futuro continuerà al di fuori della nostra regione, ma continuano a mantenere dei rapporti anche con le realtà del nostro territorio, anche per future collaborazioni: "abbiamo collaborato anche con Udine Design Week e Udine 3D in questi anni". Inoltre, entrambi non dimenticano le loro radici, e si dichiarano "friulani molto orgogliosi. La nostra amicizia, poi, si basa anche su cene a base di frico e polenta, anche se siamo distanti da casa". Parlando di futuro e opportunità, i due fanno sapere che "l'Italia offre quello che può offrire, ma quello che si può trovare qui non si può trovare a Singapore, per esempio, e viceversa. Quindi è bello trovare sempre cose diverse nei diversi paesi che abbiamo visitato e scoprire nuove opportunità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due giovani friulani alla conquista di Danimarca e Svizzera

UdineToday è in caricamento