Giornata del ricordo per i caduti in Russia, la cerimonia a Cargnacco

La cerimonia, organizzata dall'Unione nazionale italiana reduci di Russia, si è tenuta come di consueto al Sacrario di Cargnacco a Pozzuolo del Friuli

Il sacrario

La Regione considera un onore, oltre che un impegno morale, civile e istituzionale, ricordare le vittime di un fronte lontano e atroce, caduti e dispersi della tragica Campagna di Russia che hanno affrontato un destino sventurato.

E' quanto è stato sottolineato nel corso dell'annuale cerimonia in ricordo dei caduti e dei dispersi al fronte orientale, organizzata dall'Unione nazionale italiana reduci di Russia, di concerto con il Commissariato generale per le onoranze ai caduti al santuario di Cargnacco, a Pozzuolo del Friuli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ricordo

Il Sacrario di Cargnacco, nella cui cripta riposano le spoglie di circa mille soldati, identificati o "noti ma non identificati", tenacemente voluto da monsignor Carlo Caneva, Medaglia d'Argento
al Valor Militare e da tutti i reduci di Russia, ricorda dal 1955 tutti i Caduti in terra di Russia.

Ricordare non basta - è stato ribadito - ma bisogna attualizzare gli insegnamenti nella concretezza di tutti i giorni testimoniando il valore della risoluzione pacifica di ogni conflitto per non ricadere nell'incubo che tutto inghiotte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento