No a euro, 5G e mascherine, i gilet arancioni in piazza con il loro leader Gigi Nardini

Il gruppo che fa riferimento al generale Pappalardo si è ritrovato questa mattina in piazza Primo Maggio

Gigi Nardni arringa i presenti

Non solo Milano o Roma (dove ha avuto luogo la manifestazione nazionale), ma anche Udine per i gilet arancioni. Il movimento politico capitanato dal generale Pappalardo (al suo attivo anche una quasi candidatura a sindaco di Udine) ha visto i suoi militanti radunarsi stamane in piazza Primo Maggio. Gli obiettivi dichiarati – come da programma valido per tutta la penisola – sono la fine del governo Conte "non votato dal popolo" (urge ripasso di diritto costituzionale ndr), l'istituzione di un'assemblea costituente "per approvare una nuova legge elettorale in linea con i principi costituzionali, per andare ad ottobre ad elezioni per il rinnovo del parlamento" e il ritorno alla "lira italica, da distribuire alle famiglie prive di reddito e alle micro, piccole e medie imprese per la ripresa delle loro attività produttive".Tra i leader locali della protesta Gigi Nardini, apicoltore e – come dichiara orgogliosamente – sosia del maestro Luciano Pavarotti. Il movimento si schiera anche contro la tencologia 5G e i dispositivi di protezione individuale da adottare per l'emergenza Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento