Giallo di Fontanabona, il Procuratore: "Caduta accidentale o un colpo di terzi"

Primi riscontri dall'autopsia effettuata sul corpo di Paolo Zanetti. De Nicolo precisa che "è molto probabile si sia trattato di una tragedia, non essendo stati rilevati elementi che indichino un'azione di terzi"

Paolo Zanetti, il 55enne di Fontanabona di Pagnacco trovato morto nel cortile della sua abitazione una settimana fa è deceduto per un "ematoma sottodurale". Così dice il primo responso dell'autopsia disposta dalla Procura della Reopubblica di Udine ed eseguita oggi pomeriggio dal medico legale.

De Nicolo

"Astrattamente è compatibile sia con una caduta accidentale sia con un colpo inferto da terzi con un corpo contundente", ha spiegato il Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo chiarendo che "è molto probabile si sia trattato di una tragedia accidentale, non essendo stati rilevati elementi che indichino un'azione di terzi".

Nulla osta

La Procura ha già firmato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari. Il Procuratore ha aggiunto che, "per prudenza", prima di chiudere le indagini "attendiamo il deposito della perizia medico-legale e l'esito degli accertamenti dei Carabinieri".

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Piante grasse: perché tenerle in casa?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Un flop dietro l'altro, gli eventi per l'Europeo Under 21 sono costati 90mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento