Gli allenamenti alla Rocky Balboa del friulano Jack Coja

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In palestra, al parco o in mezzo alla natura non fa differenza. "Jaky Coja", questo il suo pseudonimo, pratica una disciplina che non ha ostacoli ambientali. Si chiama calistenìa (calisthenics, o callistenia) ed è uno sport a corpo libero che punta a migliorare il corpo e la forza muscolare raggiungendo abilità ed equilibrio. L'atleta in questione è Giacomo Cojaniz, 23enne di San Giorgio di Nogaro, dipendente di un'azienda ittica della Bassa e giocoliere nel tempo libero. 

Un giorno di circa tre anni fa, quasi per gioco, Giacomo ha iniziato a seguire degli esercizi suggeriti da alcuni tutorial trovati su YouTube. Grazie alla sua applicazione, dagli esercizi base (trazioni, piegamenti sulle braccia e diversi esercizi per gli addominali) in breve tempo ha raggiunto la forza e l'abilità per affrontare quelli più difficili (front lever, back lever, planche, muscle up, oap, ted). Si allena con 5 amici ed è abbastanza seguito sulle sue pagine social. Si tratta comunque di un'evoluzione lenta e lui stesso, ci ha confessato, è partito con poca forza e da 62 chili di peso. Ora, in piena forma, pesa 78 chilogrammi ed è una vera e propria "bomba a mano di energia", così si descrive. "Mi alleno ovunque capiti - ci racconta il giovane - . Ogni posto dove posso appendermi per fare una bella ripresa lo sfrutto, anche perchè si tratta di uno sport molto duro e impegnativo e bisogna allenarsi costantemente, anche in vacanza. Certo - confessa - con il lavoro è dura trovare le forze, ma la passione ti dà la forza e questo sport è fantastico!". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento