Gemellaggio Udine-Catania all’insegna della ricerca

Cercare soluzioni innovative per ridurre le problematiche legate all’ossidazione degli acciai durante la colata continua, la laminazione a caldo e il raffreddamento degli acciai al carbonio: questa la “sfida” che il Centro Ricerche Danieli ha lanciato a due istituti professionali d’eccellenza, l’ISIS Malignani di Udine e l’ITI Cannizzaro di Catania.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Due istituti professionali d'eccellenza, l'Isis Malignani di Udine e l'Iti Cannizzaro di Catania insieme all'insegna della Ricerca in risposta ad una "sfida" che il Centro Ricerche Danieli ha lanciato a due scuole con le quali l'azienda di Buttrio intrattiene relazioni da molti anni. Obiettivo: cercare una o più soluzioni innovative e a costi non proibitivi per ridurre le problematiche legate all'ossidazione degli acciai durante la colata continua, la laminazione a caldo e il raffreddamento degli acciai al carbonio.

Il project work pluriennale si chiama Shiver, acronimo di Share, Innovate & Verify in considerazione del fatto che si vogliono condividere le esperienze maturate, innovare le modalità operative attuali e verificare le scelte per un'innovazione continua. Il tutto all'insegna della contaminazione perché la tematica è trasversale a più indirizzi di studio e il progetto parte dall'idea che lo scambio e la condivisione di informazioni e idee sia il metodo più fruttuoso per ottenere buoni risultati in tempi brevi.

Uno sforzo complesso per l'organizzazione scolastica, già di per sé prova della volontà dei due istituti di proporre un'alternanza scuola-lavoro di qualità, collegata al mondo economico e produttivo non mediante simulazioni ma attraverso compiti di realtà. Le competenze acquisite dagli allievi saranno spendibili nell'ambito della progettazione di impianti, nel settore siderurgico, e di studio per quanto riguarda l'impatto ambientale, quale la riduzione scarti di lavorazione - problema comune a tutte le attività produttive in tutti i settori.

Nel primo anno saranno i chimici e i meccatronici ad essere coinvolti su contenuti di comune interesse che riguardano la metallurgia, le tecnologie-processi degli impianti siderurgici e in genere le applicazioni dell'acciaio. Il team di lavoro - costituito da docenti del Malignani e del Cannizzaro e dagli esperti Danieli - ha messo a punto un modulo didattico integrato, che verrà somministrato agli allievi secondo una programmazione condivisa tra i due diversi indirizzi di studio, chiamati ad integrarsi ad ispirazione di quanto avviene nei moderni contesti aziendali. Nelle successive fasi del progetto è previsto per gli studenti il passaggio dal gruppo classe al team di progetto e una mobilità per la fase di tirocinio e di presentazione dei progetti che si svolgerà sia in Friuli sia in Sicilia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento