Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Servizi per i bambini, il Friuli Venezia Giulia al primo posto in Italia

È quanto emerge dal rapporto di Save the Children utile: è questa la regione più 'ricca' di opportunità educative per i più giovani

Il Friuli Venezia Giulia, seguita da Lombardia ed Emilia Romagna è la regione italiana più 'ricca' di servizi e opportunità educative per bambini e adolescenti. 

È quanto emerge dal rapporto 'La Lampada di Aladino - l’Indice di Save the Children per misurare le povertà educative e illuminare il futuro dei bambini in Italia', elaborato per la prima volta da Save the Children, l’Organizzazione che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti, con il contributo di un comitato scientifico.

Il Friuli Venezia Giulia - che secondo il rapporto è la regione con la più 'ricca' offerta di servizi e opportunità di fomazione per i minori - si segnala per numero di bambini che legge (il 75,7% ha letto almeno un libro nell’ultimo anno), che fa sport (il 56%, poco meno della Valle d’Aosta), per livelli di dispersione scolastica (11,4%) vicini alla soglia della media Ue, edifici scolastici mediamente in buone condizioni (il 73,2% delle scuole ha certificato di agibilità).

Nonostante ciò, il confronto con l’Europa non è positivo: nessuna regione italiana è in linea con alcuni obiettivi europei quali, per esempio, la copertura degli asili nido che dovrebbe essere del 33% (nella fascia di età 0-2 anni), ma arriva a stento al 26,5% con l’Emilia Romagna, mentre la Calabria, con il 2,5%, dista quasi 31 punti percentuali dal target europeo. Obiettivo mancato, anche nella maggior parte dello stivale, la riduzione della dispersione scolastica sotto il 10%, con numeri altissimi in Sicilia (25,8%) ma anche in regioni del Nord come la Valle d’Aosta (19%)

Male, invece, la Campania, seguita da Calabria, Puglia, (ex equo) e Sicilia, la regione con la maggiore 'povertà educativa' - cioè dove più scarsa e inadeguata è l’offerta di servizi e opportunità educative e formative per bambini e adolescenti: largamente insufficienti gli asili e le scuole a tempo pieno, pochissimi i libri, lo sport, l’arte e perfino internet a occupare il tempo libero, alto e allarmante il tasso di dispersione scolastica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi per i bambini, il Friuli Venezia Giulia al primo posto in Italia

UdineToday è in caricamento