Villa Vicentina: sventato un altro furto alla caserma Bafile

I carabinieri, a distanza di pochi giorni dal precedente episodio del tentativo di furto di termosifoni, hanno arrestato un gruppo di tre persone intente a portarsi via i cavi elettrici dell'edificio dismesso

Un gruppo di malintenzionati aveva preso di mira la caserma "Bafile" di Villa Vicentina, colpita solo quattro giorni fa da un altro tentativo di furto, ma come nel primo caso sono stati scoperti e smascherati.

Se nel primo caso l'obiettivo dei ladri erano termosifoni di ghisa, nel secondo l'oggetto del desiderio erano i cavi elettrici, con tutta propabilità per impossessarsi del rame all'interno, merce particolarmente pregiata nell'ultimo periodo.

I carabinieri li hanno scopert e arrestati  alle 13.00 di martedì. Si tratta di A.B., 39enne latisanese, F.M., 31enne di Sesto al Reghena originario di Galatina (LE) e I.M., 26enne romano residente a Latisana. I tre sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Oltre al recupero della refurtiva gli uomini dell'Arma hanno sequestrato numerosi attrezzi atti allo scasso
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento