Furti di famiglia: marito e moglie all'opera, il figlio piccolo aspetta in auto

Un uomo e una donna sono stati denunciati dopo essere stati identificati dai carabinieri della Compagnia di Palmanova

Un danno complessivo di 1500 euro - 500 euro di monete portate via e 1000 euro necessari per sistemare il tutto - in due colpi messi a segno la scorsa estate, il 30 luglio e il 20 agosto. Luogo del furto sempre lo stesso, il distributore Eni di Gonars.

Il tutto è stato realizzato dai ladri a volto scoperto però, permettendo così di identificarli grazie alle telecamere di sorveglianza e denunciarli. Si tratta di una una coppia di coniugi di etnia rom - lui classe 1989, lei 1990 - residenti a Pradamano. Sono stati denunciati per furto aggravato in concorso dopo essere stati identificati dai carabinieri della Compagnia di Palmanova, comandati dal capitano Stefano Bortone. I militari, dopo una perquisizione effettuata nella loro residenza, hanno trovato anche i vestiti che i due avevano usato per commettere i furti. 

Marito e moglie erano noti alle forze dell’ordine per numerosi precedenti legati a reati contro il patrimonio. Hanno scassinato il distributore dell’autolavaggio dell stazione di servizio e un altro automatico che fornisce materiale per pulire le vetture. Nel primo dei due colpi era presente anche il figlio piccolo, lasciato in auto mentre mamma e papà si davano da fare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trans nuda in mezzo alla strada, un carabiniere chiede 1 milione di risarcimento danni

  • Dà fuoco al marito cospargendolo di benzina, è madre di due ragazzi udinesi

  • Delitto Orlando, Mazzega si è suicidato

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

Torna su
UdineToday è in caricamento