menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto da oltre 10mila euro durante la corsa ciclistica, l'appello del derubato

Silvio Maier, di Paluzza, si è visto portare via la sua Wilier da 9mila euro. All'amico Stefano Morocutti è invece stata sottratta una Pinarello da 4mila euro

«Dopo la gara abbiamo sistemato le biciclette in auto - nel parcheggio di fronte al palasport - e ci siamo diretti verso la zona delle premiazioni. Una volta tornati, erano passate tre ore circa, abbiamo realizzato che la vettura era stata svuotata, le bici non c’erano più». È amareggiato Silvio Maier, di Paluzza, che assieme all’amico Stefano Morocutti - con cui milita nella società Carniabike - si è visto portare via l’amata due ruote dopo la gran fondo “Corsa per Haiti”, che si è svolta domenica tra le Valli del Natisone e Cividale. Il furto si è verificato nel parcheggio del palazzetto dello Sport di via Perusini (è stato denunciato oggi ai carabinieri), e il bottino è davvero consistente. 

L'APPELLO. «A me hanno rubato una Wilier Zero 7 nera - racconta Maier -, del valore di 9mila euro circa, mentre il mio amico ha perso la sua Pinarello, prezzo 4mila euro». Di pari passo alla rabbia viaggia la disillusione, che porta a pensare a un furto organizzato nei minimi dettagli, con la conseguente fuga immediata oltre confine come da prassi. «È lì a due passi, mi stupirei del contrario se non fosse andata così - chiosa Maier -. Non rinuncio comunque a fare un appello. Se qualcuno dovesse individuare le bici o vederle in vendita da qualche parte o sul web me lo segnali al 335 5281666».

L’ORGANIZZAZIONE. Sulla questione dice la sua l'organizzazione dell'evento, dispiaciuta per l'epispodio. «Avevamo previsto un’area apposita per sistemare tutte le bici in sicurezza dentro il palazzetto, più di così a livello logistico non potevamo fare. Le forze dell’ordine erano allertate, polizia e carabinieri hanno fatto sorveglianza tutto il tempo. Le grandi manifestazioni richiamano sempre dei poco di buono e purtroppo pensiamo che non sarà la prima e nemmeno l’ultima volta». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento