Cronaca

Fanno rifornimento di benzina "a scrocco", denunciato un gruppo di rom

Dieci persone sono state denunciate dai carabinieri per furto a un distributore lasciato inavvertitamente aperto dal gestore a Tavagnacco

Il gestore si era dimenticato di chiudere il distributore di benzina, così un gruppo di rom aveva fatto rifornimento "a scrocco", senza pagare un euro per il carburante caricato in due auto di loro proprietà. L'episodio è avvenuto lo scorso 30 ottobre al distributore Eni di Tavagnacco, lasciato inavvertitamente aperto dal gestore: tre persone di etnia rom erano però state scoperte e denunciate dai carabinieri della stazione di Feletto Umberto.

Ma l'indagine non si era conclusa: dopo ulteriori accertamenti, infatti, i militari hanno rintracciato altri sette rom, anche loro coinvolti nel furto di carburante, che sono stati deferiti a piede libero alla Procura della Repubblica: l'accusa è quella di furto aggravato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno rifornimento di benzina "a scrocco", denunciato un gruppo di rom

UdineToday è in caricamento