90enne derubata in casa con la scusa della pipì

Il reato è stato commesso da due donne. Una volta in casa hanno sottratto all'anziana 500 euro

Odioso raggiro a Trasaghis ai danni di un'anziana signora derubata nella propria abitazione. A darne notizia la collega Paola Treppo de "Il Gazzettino". Il fatto risale a qualche giorno fa ma è venuto alla luce solo recentemente, quando, con un giro di messaggi Whatsapp, la comunità ne è venuta a conoscenza.

A commettere il reato una coppia di donne vista aggirarsi per le strade del paese a bordo di un'auto scura. Le ladre, una volta studiata la situazione, hanno bussato alla porta della vittima individuata. Ad aprire una donna di 90 anni, in quel momento sola. Sul portone d'ingresso l'insolita richiesta: con tutti i locali della zona chiusi le hanno chiesto se era possibile utilizzare la sua toilette per espletare alcuni bisogni fisiologici. La signora, acconsentendo, le ha quindi fatte entrare indicando a una delle due la porta del bagno. A quel punto la malintenzionata, anzichè recarsi in bagno, è sgattaiolata in camera da letto mentre la complice distraeva con alcuni discorsi la gentile ospite. Qui la scoperta del bottino: in un cassetto del comodino erano infatti custoditi 500 euro in contanti. Solo dopo la loro dipartita l'amara scoperta da parte della 90enne che, in lacrime, ha chiesto aiuto ai vicini.

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Hashish e marijuana per la festa del paese, nei guai due giovani

Torna su
UdineToday è in caricamento