menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte della refurtiva recuperata. Foto © MC

Parte della refurtiva recuperata. Foto © MC

Fermata la 'Banda del trapano', in 4 finiscono in manette nella Bassa

Il gruppo, composto da uomini tutti sui 30 anni, è stato individuato nel covo di Aprilia Marittima. Recuperati monili in oro, orologi, cellulari, capi d'abbigliamento, stecche di sigarette e 2.500 euro in contanti

I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Latisana hanno arrestato quattro uomini di nazionalità albanesi, tutti sui 30 anni e senza dimora in Italia, ritenuti responsabili di una serie di furti in abitazione commessi negli ultimi giorni nella zona della Bassa Friulana e del Veneto Orientale.

Dopo due colpi messi a segno nella notte tra il 7 e l'8 ottobre a Latisanotta i militari dell'Arma sono riusciti a individuare gli autori all'alba del 10, nel covo che avevano allestito in un appartamento ad Aprilia Marittima. 

I militari, comandati dal capitano Filippo Sautto, hanno recuperato la refurtiva di sette colpi messi a segno: in provincia di Udine due sono stati realizzati a Latisanotta e due a San Giorgio di Nogaro, mentre in territorio veneziano uno a San Stino di Livenza e due a San Donà di Piave. Nel bottino sono stati trovati monili in oro, orologi, cellulari, capi d'abbigliamento, stecche di sigarette e 2.500 euro in contanti.

La banda usava la punta di un trapano per forare gli infissi ed entrare nelle case, mentre i proprietari dormivano. Per colpire si spostavano a bordo di automobili che rubavano sul posto, e che cambiavano di frequente per rendersi meno individuabili dalle forze dell’ordine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento