Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Folla commossa ai funerali di Giuseppe Zamberletti, protagonista della ricostruzione post terremoto

Anche il Friuli Venezia Giulia ha dato il suo ultimo saluto al padre della Protezione Civile

La folla commossa ai funerali di Zamberletti

L’ex ministro e "padre" della Protezione Civile, da tempo malato, è morto sabato a 85 anni nella sua Varese. All’ultimo saluto di questa mattina hanno partecipato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Grande partecipazione anche dal Friuli Venezia Giulia. 

Le esequie

I funerali di Giuseppe Zamberletti, ex ministro sono state celebrate nella Basilica di San Vittore a Varese dall’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini. Accorato e condiviso il suo ricordo. «Si è curato delle ferite dell’umanità», ha infatti dichiarato monsignor Delpini durante l’omelia. «C’è chi per stare tranquillo si volta dall’altra parte, o addirittura chi fa affari con le tragedie. E poi ci sono quanti si prendono cura di fronte alle ferite della terra e degli uomini. L’onorevole Giuseppe Zamberletti era uno di loro».

Il rapporto con il Friuli

A seguito 1976 in Friuli, Zamberletti fu nominato Commissario Straordinario per assicurare il coordinamento dei soccorsi, avendo così un ruolo nevralgico nell'avvio della ricostruzione del nostro territorio. Nel 1980, a seguito del terremoto in Campania e Basilicata, la sua esperienza si ripete. L'esperienza maturata lo porta al convincimento che le calamità, sia naturali che legate all'attività dell'uomo, non possono essere fronteggiate soltanto con una attività di mero soccorso, ma possono essere previste. 

Le parole di commiato 

«Oggi a Varese abbiamo portato la nostra testimonianza di affetto e stima per colui che fu tra i principali protagonisti della ricostruzione del Friuli post terremoto». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Franco Iacop oggi presente, in rappresentanza del Gruppo Consiliare del Pd e del Pd Fvg. «Zamberletti ha dato tanto al Paese e in particolare al Friuli, in uno dei momenti peggiori della sua storia. Per questo la nostra comunità sarà sempre riconoscente e terrà sempre vivo il suo ricordo». Anche il governatore regionale, Massimiliano Fedriga, ha parlato di lui. «Zamberletti è stato un padre del Friuli Venezia Giulia, perché con la sua opera riuscì a dare un futuro alla nostra terra, creando dopo il terremoto del 1976 le migliori condizioni per la ricostruzione e la rinascita economica e sociale del Friuli».

Il saluto della protezione civile

«La Protezione civile non perde solo il suo fondatore ma anche un amico, un maestro, una guida. Questo è stato in questi anni per tutti noi e per i tanti volontari italiani». Così il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha ricordato Giuseppe Zamberletti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folla commossa ai funerali di Giuseppe Zamberletti, protagonista della ricostruzione post terremoto

UdineToday è in caricamento