menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morte di Piermario Morosini, i funerali celebrati nella sua Bergamo

La città orobica ha salutato, per l'ultima volta, Piermario Morosini, il giovane calciatore dell'Udinese in prestito al Livorno, morto sabato scorso durante la partita con il Pescara allo Stadio Adriatico

Migliaia di persone, fuori e dentro la chiesa, hanno voluto dire addio a questo sfortunato ragazzo, la cui morte è ancora da chiarire. Cittadini e tifosi comuni, assieme a personalità istituzionali e del mondo del calcio, hanno partecipato alla cerimonia funebre accompagnando fino al cimitero.

Presente, fra gli altri, il Commissario Tecnico della Nazionale Cesare Prandelli.

Intanto, sul fronte delle indagini condotte dalla Procura di Pescara per fare luce sulle cause che hanno portato al decesso e soprattutto sulle possibili responsabilità riguardanti i soccorsi, continua a tenere banco la questione dei defibrillatori.

Il perito nominato dalla famiglia di Morosini, che ha partecipato all'autopsia eseguita a Pescara presso l'Ospedale Civile, sostiene che il defibrillatore avrebbe potuto dare qualche chance in più al ragazzo.

Il paramedico della Misericordia presente durante i soccorsi in campo conferma che erano presenti i defibrillatori ma non sono stati utilizzati. Ascoltato dalla Digos, ha anche aggiunto che Morosini, qualche minuto prima di essere caricato in ambulanza, era vivo.

La Digos ha sentito anche gli altri medici e sanitari presenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento