Fuga del maiale verso la libertà? La verità raccontata dall'autore del filmato

In questi giorni spopola sul web il video - girato da un ragazzo friulano - di un maiale in fuga dal camion che lo porta al macello. Ecco come è andata veramente la vicenda

Il maiale durante il tentativo di fuga fallito

“Ciao, sono la persona che ha caricato il video del maiale che salta dal camion. Complimenti per l'osservazione su Radio Reloj, effettivamente ho ripreso questa scena a Cuba, dove girano da alcuni anni anche camion di multinazionali (pochi,  ma ce ne sono)”.

E’ stato questo il primo contatto che abbiamo avuto con Alessandro, 26 enne di Chiopris Viscone, autore di uno dei video più visti in questi giorni sulla rete. Come da più parti sottolineato in maniera romanzesca il filmato avrebbe ad oggetto la fuga di un maiale (dal camion che lo stava trasportando al macello) verso la libertà - a Cuba, e non in sud America - , ma la verità è differente da quanto ipotizzato. Ce l’ha così raccontata direttamente l’autore della ‘clip’.

“Il filmato è stato girato a Cuba, nel novembre del 2012. Con me c’erano altri due amici, Nicola - 26 enne di Felettis di Bicinicco - e Matteo - 28 enne di Villanova dello Judrio -. Abbiamo girato l’isola in lungo e in largo in quel periodo, dopo un primo viaggio fatto nel 2010”.

Dove vi stavate dirigendo in quel momento?

“Eravamo sulla Carretera central (la strada principale che attraversa tutta l’isola ndr), e da Santiago stavamo andando verso Trinidad”. 

Lungo quel tragitto la famosa scena. Ma vi siete fermati?

“Ci siamo fermati si, ma prima di noi l’hanno fatto quelli del camion che trasportava il maiale e lo hanno recuperato”. 

Niente lieto fine o libertà ritrovata per il maiale quindi, ma semplicemente inesorabile destino. 

I tre amici friulani con l'auto che li ha portati in giro per Cuba

cuba2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

Torna su
UdineToday è in caricamento