Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa avvenne il 3 aprile 1077? I friulani non lo sanno

 

Sono tantissimi i friulani e gli abitanti delle province di Udine, Pordenone e Gorizia a non conoscere cosa avvenne il 3 aprile 1077.  E una nostra inchiesta per le strade del capoluogo friulano ha confermato i sospetti che ci eravamo posti prima di andare a verificarlo: pochissime persone conoscono esattamente cosa venne firmata 940 anni fa, ovvero la bolla imperiale che diede vita a quella che sarebbe divenuta, con il passare degli anni, la "nostra" Piciule Patrie.

La storia sconosciuta della Patrie dal Friûl

Significativo l'appello del presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, che invoca gli insegnanti e il mondo della scuola a dedicare qualche lezione alla storia locale che gli stessi studenti ci hanno confermato non essere affrontata in maniera adeguata. "Abbiamo raccolto già diverse firme di importanti rappresentanti delle istituzioni del Friuli per chiedere che si insegni un po' della nostra storia locale - ci ha spiegato Fontanini, poco prima di esporre la bandiera del Friuli dal balcone di Palazzo Belgrado-. Una storia importante, che ci ricorda che qui è nato uno dei primi parlamenti democratici d'Europa. E' giusto conoscere la Magna Carta (1215) ma anche sapere che nel parlamento del Friuli c'erano sia i rappresentanti dei nobili, che delle vicinie, ovvero delle varie comunità del territorio. Un'istituzione antica che ha gettato i germogli di quella democrazia e di rispetto che oggi conosciamo".  

Anche il Comune di Udine, come ogni anno, ha esposto questa mattina sulla specola del castello la bandiera del Friuli (quella che rappresenta l'aquila d'oro con le ali aperte, su uno sfondo blu): "E' una giornata utile per riflettere sulla nostra storia. Non bisogna dimenticare che il Friuli, poco prima dell'Inghilterra e della Magna Carta, si dotò di questo parlamento che si riuniva proprio all'interno del Castello."

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento