menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La grafica di Marianna Fierro sul Los Angeles Times

La grafica di Marianna Fierro sul Los Angeles Times

Una friulana sul Los Angeles Times, la storia di Marianna Fierro

La 28enne originaria di Palmanova, oggi Art Director in uno studio di Los Angeles, ha realizzato una grafica finita a tutta pagina sul celebre Los Angeles Times. Una storia di fuga di cervelli, ma anche di ambizione e sogni realizzati

"Alle superiori feci uno scambio culturale con l'America e mi innamorati del posto e del modo nel quale lavoravano e vivevano e così decisi di proseguire il mio percorso di studi proprio li, all'Università dell'Ohio. Oggi dopo la laurea in Visual Communication Design, lavoro sia come freelance sia come Art Director all'interno di uno studio a Los Angeles".

A raccontarlo è Marianna Fierro 28 anni originaria di Palmanova e trapiantata negli States, che oggi esordisce con una sua grafica sul prestigioso Los Angeles Times che ha indetto un progetto che ha coinvolto 10 artisti locali.

La pubblicazione

"Si tratta di un progetto per Natale al quale ho partecipato come libera professionista. E' un onore essere pubblicati su una rivista di tale prestigio e ne sono molto orgogliosa. Non si tratta solo di un semplice lavoro grafico - ci spiega - L'immagine infatti è predisposta per poter essere sfruttata come carta regalo, come cover o sfondo per le videochiamate. Un'iniziativa originale che mi ha permesso di liberare la fantasia".

Marianna tuttavia non è nuova a lavori di un certo rilievo. Da dopo la laurea ha lavorato per studi e clienti come Taco Bell, Food And Wine, Google, Nike, Spotify non solo per il lato grafico ma anche per quanto concerne siti e strategie di branding.

"Questo è un paese ricco di opportunità. Da quando sono qui ho potuto vivere sette anni a New York e ora mi sono trasferita ufficialmente a Los Angeles - prosegue - L'italia mi manca, mi manca la mia famiglia e il paese certamente, ma non rimpiango la mia scelta. In Italia una persona che fa il mio mestiere generalmente affronta anni di stage malpagati e anni di difficoltà per poter ottenere un ruolo come Art Director. Qui gli stipendi sono più elevati, ma anche il costo della vita lo è. Però la possibilità di carriera e l'opportunità di mettersi in gioco viene data da subito. Il mio primo lavoro è arrivato infatti 15 giorni dopo la laurea".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
  • Economia

    Mercato dell'auto, male il primo quadrimestre 2021

  • Incidenti stradali

    Nuovo scontro sulla Pontebbana, due persone coinvolte

  • Cinema

    C'è anche un'attrice friulana nella super produzione The house of Gucci di Ridley Scott

  • Cronaca

    Carnia, si fa un taglio alla testa con la motosega

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento