Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Tolleranza zero a Lignano: multe salate e fototrappole contro i furbetti dei rifiuti

Adottato il sistema di registrazione video per sorvegliare le piazzole dei cassonetti dell'immondizia. L’obiettivo è incastrare gli autori dei continui gesti di inciviltà. Le sanzioni minime per i trasgressori saranno portate a mille euro

Sono entrate in azione le foto trappola per incastrare i furbetti dei rifiuti a Lignano Sabbiadoro. Come promesso dall’Assessore all’Ambiente Paolo Ciubej è iniziata la tolleranza zero per gli autori di questi gesti di inciviltà con l’obiettivo di mettere la parola fine a episodi di questo genere.

Uno strumento quello delle foto trappole utile ad individuare e sanzionare i responsabili di tali azioni, ma non l’unico messo in campo dall’Amministrazione per contrastare tali gesti di inciviltà. Oltre alle telecamere posizionate in alcuni punti strategici, vi è infatti la presenza su tutto il territorio di agenti della Polizia Locale in borghese con servizi specifici dedicati di controllo e individuazione dei trasgressori. I comportamenti incivili, come quelli ripresi dalle foto trappole, causano infatti un grave danno ambientale e di immagine per l’intera Città di Lignano che si accompagna a un danno economico, con ricadute negative in termini di costi su tutti, anche su chi invece conferisce e differenzia i rifiuti in modo corretto.

Sarà ora compito della Polizia Locale, che ha già accertato cinque violazioni amministrative, procedere con l’identificazione dei responsabili e predisporre tutti gli atti conseguenti. Le sanzioni minime verranno portate a 1.000,00 euro. L’attenzione dell’Amministrazione comunale su tale tema continuerà ad essere alta nei prossimi mesi e l'attività di controllo effettuata anche per il tramite di Agenti della Polizia Locale in borghese sarà molto stringente per individuare tutti coloro che si rendono responsabili di tali azioni.

VIDEO: Inciviltà, ripresi mentre abbandonano un divano ai Rizzi 

L'Assessore Ciubej coglie l’occasione per rivolgersi a residenti, turisti, proprietari di seconde case e gestori delle attività “affinché tutti si impegnino nel corretto conferimento dei rifiuti.”  “Ricordo – continua l’Assessore – che per tutti gli ingombranti e beni durevoli, elettrodomestici e apparecchiature elettriche in genere, ferro e metalli, verde e ramaglie, esiste la possibilità di conferirli gratuitamente presso l’area dietro il Mercato estivo (Via della Vigna) il Martedì e il Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00. Sottolineo inoltre che la raccolta differenziata deve essere effettuata secondo un criterio corretto per non vanificarne il senso. Ogni materiale non conforme trovato nei cassonetti infatti incide negativamente sul costo complessivo. Ad esempio lo smaltimento del verde ha un costo di 54 euro a tonnellata, che diventa 137 euro nel caso di presenza di materiale diverso, così come il VPL che ha un costo di 20 euro a tonnellata ma che raggiunge i 100 in caso diverso. Inoltre ricordo che è severamente vietato abbandonare i rifiuti vicino o fuori dai cassonetti. Anche questo infatti incide sul costo complessivo: un cartone umido ad esempio non ci viene pagato nulla, mentre se asciutto in quanto opportunamente inserito nel cassonetto, ci viene pagato 86 euro a tonnellata.”

“Rinnovo pertanto l’invito ad impegnarsi per un corretto conferimento dei propri rifiuti – conclude l’Assessore - e consentire in tal modo di mantenere contenuta la spesa relativa al servizio di raccolta e smaltimento oltre a permettere di mantenere la nostra Località pulita e in ordine.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tolleranza zero a Lignano: multe salate e fototrappole contro i furbetti dei rifiuti

UdineToday è in caricamento