Cronaca

Forze dell'ordine: 18 deceduti e oltre 1.800 contagiati, il bilancio dei sindacati

Tutti i sindacati delle forze dell'ordine chiedono sicurezza per gli uomini e le donne in servizio e test sierologici

I numeri parlano chiaro: 605 contagiati e 8 deceduti tra i Carabinieri, 430 contagiati e 2 deceduti per la Polizia di Stato, 147 contagiati e 4 deceduti per i Vigili del Fuoco, mentre la Polizia Penitenziaria conta 204 contagiati e 2 deceduti e la Guardia di Finanza 500 contagiati e 2 deceduti. Il bilancio presentato dai sindacati uniti è quindi di 1.886 contagiati e 18 deceduti tra gli uomini e le donne delle forze dell'ordine.

Le richieste

Alla luce di questi dati, il Co.Na.Po. (sindacato autonomo Vigili del Fuoco), la Sap (sindacato autonomo polizia), Sim Guardia di Finanza, Sim Carabinieri e Sappe Polizia Penitenziaria chiedono "sicurezza per dare sicurezza", anche in Friuli Venezia Giulia.

Test sierologico

Come fanno sapere le sigle, "apprendiamo, a seguito della definizione del comitato tecnico scientifico, che ha stabilito le caratteristiche tipologiche del test sierologico per individuare la presenza di anticorpo contro il Covid-19 nei pazienti esposti al contagio". Inoltre, il Governo "ha dato il via libera all'avvio della procedura pubblica d'acquisto dei kit per gli esami ematici, che dovrà essere utilizzato su scala nazionale e che vedrà, in un primo tempo, coinvolte 150mila persone suddivise per profilo lavorativo, genere e sei fasce di età". L'obiettivo, quindi, è quello di riuscire a ottenere "un unico test nazionale", come ha spiegato alla Protezione Civile il vicedirettore dell'Oms e membro del Cts, Ranieri Guerra, sottolineando che "se andiamo a usare diversi test con diverse performance, rischiamo di avere una difficile comparazione".

In regione

I sindacati uniti chiedono "un ulteriore sforzo per non deludere, ancora una volta, i servitori della Stato che, giornalmente, a loro rischio e delle proprie famiglie, scendono in campo per la tutela del cittadino". Le richieste sono state inviate al governatore Massimiliano Fedriga"per far sì che le parole dette non siano parole al vento".

Le critiche

"Le altre regioni si stiano prodigando sui test sierologici, coinvolgendo anche le Ffoo e i Vigili del Fuoco, mentre qui in Friuli Venezia Giulia ancora non si hanno notizie in merito. Tutto tace e mentalmente, oramai, ci prepariamo alla fase due, nella quale certamente le persone proveranno a tornare alla normalità, con un pericolo subdolo e invisibile, ancor più in agguato. Facciamo quindi appello al Governatore Massimiliano Fedriga, affinché non resti indifferente e recepisca quanto prima le richieste fatte, attivando le procedure dei test per la tutela di donne e uomini che, dall'inizio della pandemia, ogni giorno garantiscono la sicurezza alla cittadinanza! Vogliamo risposte certe. Non possiamo più attendere!", concludono i sindacati delle forze dell'ordine e dei Vigili del Fuoco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forze dell'ordine: 18 deceduti e oltre 1.800 contagiati, il bilancio dei sindacati

UdineToday è in caricamento