Un numero verde contro «l'indottrinamento omosessuale in scuole e asili»

Manifesti nella notte fuori da alcune scuole dell'infanzia cittadine affissi da Forza Nuova, con indicato il telefono: «Il numero in questione è funzionale ai genitori per segnalare qualsiasi caso di indottrinamento LGBT (lesbiche, gay, bisessuale e transgender) nelle scuole e negli asili»

I manifesti fuori dalle scuole

Il “Gioco del rispetto” che fa tanto discutere a Trieste sul modo corretto di educare i figli alimenta polemiche anche a Udine. Sulle tematiche non poteva mancare l’opinine di Forza Nuova, i cui militanti la scorsa notte hanno affisso dei manifesti in cui implicitamente si condanna l’iniziativa giuliana diffondendo la possibilità - per i genitori - di rivolgersi a un “numero verde” per «segnalare casi di indottrinamento LGBT».

Parte del testo completo dell’informativa diffusa ai mezzi di comunicazione.

In seguito alle recenti polemiche montate dopo la diffusione della notizia dell’avvio del cosiddetto “Gioco del Rispetto” in un asilo del Comune di Trieste, Forza Nuova Udine ha voluto far sentire prepotentemente la propria voce in merito a questa vicenda che potenzialmente può toccare anche il capoluogo friulano.

Nella serata di mercoledì 11 marzo sono stati affissi dei manifesti all’esterno di diverse scuole d’infanzia comunali recanti un numero verde attivato dalla segreteria nazionale del movimento ancora nel gennaio di quest’anno. Il numero telefonico in questione è funzionale ai genitori per segnalare qualsiasi caso di indottrinamento LGBT nelle scuole e negli asili, pratiche sovraordinate dall’Oms tramite il documento denominato “Standard per l'Educazione Sessuale in Europa”, e che per l’appunto si concretizza in giochi dall’ambiguo sapore omosessualista dove bambini e bambine sono invitati a scambiarsi i propri indumenti e ad effettuare altri atti e gestualità che di rispettoso per la propria dignità e purezza hanno ben poco.

Al momento le scuole d’infanzia regionali che tramite i relativi Comuni hanno aderito a questa perversa iniziativa sono quattro: il Duca d’Aosta di Trieste, il Collodi di Monfalcone, la scuola d’Infanzia di Tarvisio Centrale e di Ugovizza, e la Rodari di Cordenons. Forza Nuova Udine giocando d’anticipo intende informare tutti i genitori udinesi su quale sia la spaventosa portata di questa nuova ri-educazione di genere, confidando di non arrivare all’estremo ma doveroso gesto compiuto a Trieste, dove i militanti forzanovisti giuliani sono stati costretti ad incatenare il cancello d’ingresso all’asilo di cui sopra accennato. 

fn-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

Torna su
UdineToday è in caricamento