rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
consumo acqua / Beivars / Via Monte Sei Busi

"Chiuderemo l'acqua al campo nomadi": la decisione del sindaco Pietro Fontanini

Al campo nomadi di via Monte Sei Busi i contatori viaggiano ad una velocità folle segnalando come ci sia un grande spreco di acqua: Pietro Fontanini vuole disdire il contratto con il Cafc

La vicenda dei consumi dell'acqua al campo nomadi di via Monte Sei Busi è a una svolta: dopo il sopralluogo di giovedì 17, il primo cittadino di Udine, Pietro Fontanini, ha preso la sua decisione. "Dopo le opportune verifiche sulle cause, come Comune intendiamo disdire il contratto con il Cafc, visto che tra le altre cose il campo sorge in territorio non comunale".

La vicenda

Nei giorni scorsi è arrivata al Comune di Udine, direttamente dal Cafc, la segnalazione di un aumento anomalo dei consumi fino a centomila litri di acqua al giorno al campo nomadi di via Monte Sei Busi. La verifica è stata fatta giovedì 17 febbraio: sul posto anche il sindaco di Udine Pietro Fontanini, con un funzionario dell’amministrazione per verificare la situazione. "Sono bastati pochi minuti per accertare la veridicità della segnalazione: la lancetta del contatore viaggiava a una velocità pazzesca". 

Il caso

Il campo nomadi sorge su un territorio di proprietà demaniale, ma è il Comune a pagare le utenze per l’acqua.“A regime, il campo nomadi ci costa tra i 24mila e i 26mila euro l’anno solo per l’acqua - ha continuato il primo cittadino -. La lettera del Cafc fa riferimento a un aumento molto pronunciato tra i primi di dicembre e i primi di febbraio ed è ragionevole pensare che i costi possano aumentare ancora, anche alla luce dello stato di degrado degli impianti. Noi non siamo disposti a buttare soldi per chi non si accolla le spese per i servizi che riceve. Siamo già alle prese con il caro bollette, surreale e grottesco spendere cifre folli per un campo nomadi che consuma acqua come fosse una cittadella dello sport con piscine olimpiche”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiuderemo l'acqua al campo nomadi": la decisione del sindaco Pietro Fontanini

UdineToday è in caricamento