menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Spariti" 73mila euro di contributi a "Glesie Furlane": si andrà a processo

Il gup del tribunale di Udine ha rinviato a gudizio Gian Pietro Biasatti, legale rappresentante dell'associazione. Le accuse che lo riguardano parlano di "appropriazione indebita" e "malversazione"

Il gup del tribunale di Udine ha rinviato a giudizio il legale rappresentante dell'associazione “Glesie Furlane”, il 65enne codroipese Giovanni Pietro Biasatti. L’uomo è  indagato dalla Procura di Udine per le ipotesi di reato di appropriazione indebita e malversazione.

Secondo l'accusa i soldi, circa 73 mila euro, in parte frutto di contributi erogati dalla Regione e dalla Provincia, sarebbero "spariti" dalle casse dell'ente, anziché essere usati per fini di promozione e valorizzazione della lingua e cultura friulana. La difesa ha scelto di affrontare il dibattimento, allo scopo di dimostrare che tutti i soldi sono stati utilizzati a fini istituzionali e che non c’è stata alcuna distrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento