menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da giugno pronti i fondi per gli arredi di via Mercatovecchio

La Camera di Commercio di Pordenone-Udine dichiara che dal prossimo mese saranno a disposizione 350mila euro per sostenere il Comune nel progetto di arredo urbano della via

Saranno disponibili a giugno, con una prossima variazione di bilancio, i fondi dalla Camera di Commercio (350mila euro) per sostenere il Comune di Udine nel progetto di arredo urbano di via Mercatovecchio.

Accordi

Nel frattempo, proseguirà il dialogo avviato con l'amministrazione comunale per arrivare alla definizione dell'accordo di programma e di tutti i percorsi formali per realizzare compiutamente la collaborazione e destinare i fondi.

Bilancio

Il presidente Giovanni Da Pozzo spiega che ci sono già nel bilancio dell’ente camerale i 200mila euro di fondi regionali che compartecipano alla somma totale "e fra un mese, con la variazione – precisa -, potremo rimettere in pista anche gli altri 150 mila euro, somma che, a marzo, abbiamo invece voluto temporaneamente utilizzare per il cosiddetto Bando Covid. In questa emergenza, abbiamo infatti pensato di dare priorità al sostegno alle nostre piccole e medie imprese tanto colpite dal lockdown. Per il Bando Covid, il nostro ente ha perciò cercato di reperire tutte le risorse che potevano essere subito disponibili, arrivando a mettere insieme un totale di 400mila euro per le imprese di entrambi i territori di Udine e Pordenone".

I lavori

"Non abbiamo voluto bloccare il finanziamento degli arredi di via Mercatovecchio, abbiamo solo temporaneamente spostato alcune poste in bilancio per supportare tutte le imprese in questa imprevedibile emergenza – ha precisato il presidente Da Pozzo –. Di certo manterremo il nostro impegno prestissimo, appena anche il Comune definirà le procedure e gli atti da compiere per formalizzare l’intervento e noi andremo a variare il bilancio".

Bando Covid

Per quanto riguarda l'intervento economico previsto dal Bando Covid, invece, questo viene garantito tramite l’abbattimento delle commissioni di garanzia rilasciate da Confidi o fondi pubblici di garanzia che le aziende richiedano per ottenere un credito straordinario necessario ad affrontare l’emergenza. L’agevolazione concedibile per ciascuna impresa consiste in un contributo a fondo perduto, in conto capitale nella percentuale del 100%, delle spese sostenute. Il contributo massimo è pari a mille euro per richiedente. Le domande saranno presentabili fino al 31 luglio prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 22 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento