Finto furgone del Giro d'Italia per spendere denaro falso

Scoperti due cittadini baresi. Con loro avevano una serie di banconote da 50 euro tutte con lo stesso numero di matrice

Viaggiavano a bordo di un Fiat Ducato Maxi di colore blu, tappezzato di adesivi riportanti il logo del Giro d'Italia, carico di gadget della corsa. Con la corsa in rosa però il mezzo non aveva nulla a che fare. Anzi, secondo quanto accertato dai carabinieri si trattava soltanto di una messa in scena per spacciare banconote false. Per questo motivo due cittadini baresi, A.L., di 33 anni, e L.P., di 36, sono stati denunciati dai militari del Norm di Tolmezzo per i reati di introduzione e spendita di monete false.

I carabinieri di Tolmezzo, comandati dal capitano Stefano Bortone, hanno fermato il furgone nei pressi dell'uscita autostradale di Amaro, dopo una segnalazione dei colleghi di Majano in merito a una spendita di una banconota falsa da 50 euro in un distributore di benzina locale. I due hanno cercato di nascondere 20 banconote false da 50 euro, tutte con lo stesso numero seriale, ma sono stati scoperti dai militari dell’Arma.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Udine, mirano a verificare se i due siano responsabili di episodi analoghi avvenuti in altre zone d'Italia toccate dalla manifestazione. Le vittime del raggiro sono invitate a contattare i carabinieri.

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Scomparso da giorni un 38enne di Paularo, l'appello disperato della moglie

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Ferma il treno in corsa per chiedere un passaggio, arrestato

  • Ultraleggero decolla da Palmanova e si schianta, grave un 33enne friulano

Torna su
UdineToday è in caricamento